Il Diritto di Sognare di Sarah Pellizzari Rabolini ci fa scoprire nuove pagine di storia.

Il diritto di sognare_cover libro

La copertina de Il diritto di sognare, il libro di Sarah Pellizzari Rabolini.

Manca poco più di un mese all’inizio dell’inverno e si sente. Eccome se si sente.

Le giornate si vanno ad accorciare sempre di più, le temperature si abbassano sensibilmente giorno dopo giorno e, per chi vive nell’hinterland milanese, l’umidità diventa una compagna di vita.

Sì, una compagna di vita che va a fare il paio con la cervicale che a ogni sbalzo di temperatura o aumento di umidità fa sentire il suo grido di battaglia.

In questo idilliaco quadretto si sente sempre più il bisogno di rintanarsi in casa al calduccio. È il momento perfetto per rallentare la vita sociale – avremo tempo per ritornarci quando il clima sarà meno ostile – e dedicare le nostre ore di svago alla lettura di qualche bel libro.

Ecco quindi che noi di MaSeDomani inauguriamo proprio oggi questa rubrica settimanale dedicata ai libri, che restano un indiscusso ottimo regalo di Natale.

E come avremmo mai potuto cominciare meglio se non parlando de Il Diritto di Sognare, ultimo romanzo  di Sarah Pellizzari Rabolini, che per tanti anni ha militato attivissimamente tra le nostre file?

Il romanzo, nella collana Oscar Primi Junior di Mondadori – Libri per Ragazzi, fin dal titolo, sottolinea il legame con opere che affrontano il tema del razzismo e della lotta per il riconoscimento dei propri diritti  da parte della popolazione afroamericana come Il Diritto di Contare e Il Diritto di Opporsi.

Il Diritto di Sognare, a differenza dei due film sopraccitati, si muove su due piani temporali differenti, il presente e il passato, interpretati rispettivamente da Beatrice, la protagonista, e Claudette Colvin, un’adolescente afroamericana che nove mesi prima di Rosa Parks si rifiutò di cedere il posto sull’autobus a una donna bianca.

Il legame tra i destini delle due ragazze, le cui vicende si alternano capitolo dopo capitolo all’interno della narrazione, conferendole un ritmo più mosso e vivace, sottende a un altro tema affrontato dal romanzo: quello di non essere i primi.

Beatrice, la protagonista del presente, è brava a scuola, ma non è la prima della classe; è brava nel pattinaggio ma non a tal punto da conquistare il primo posto in una competizione. E questo la infastidisce molto finché non conosce la storia di Claudette e impara un’importante lezione.

Il Diritto di Sognare è un romanzo per ragazzi. E per tutti i ragazzi. Anche quelli che fanno fatica a leggere. Infatti, fa parte della collana Alta Leggibilità di Mondadori, che si pone proprio l’obiettivo di permettere ai ragazzi di accostarsi in maniera più facile al piacere della lettura.

Tuttavia, non è corretto dire che è un romanzo solo per ragazzi, in quanto può essere una lettura interessante anche per gli adulti. Anche adulti che non hanno figli.

Il Diritto di Sognare ci ricorda proprio questo: è giusto avere dei sogni e delle passioni, per le quali lottare e impegnarsi. E non per primeggiare nel confronto con gli altri, bensì per rendere la propria vita speciale ai propri occhi.

Come diceva qualcuno:

Ciò che conta non è la meta, ma il viaggio.

Inoltre, il lettore si sente ancor più coinvolto nella vicenda e più calato nel mondo che la lettura va a creare grazie alle bellissime illustrazioni di Ilaria Zanellato.

Consiglio caldamente di leggere questo romanzo che mi ha emozionata e commossa pagina dopo pagina, permettendomi non solo di scoprire una storia che ignoravo, ma anche di riflettere su aspetti della mia storia personale presente e passata che per certi versi fa il paio con Beatrice.

Serve altro per convincervi?

Immagino di no… quindi: buona lettura!

Francesca Meraviglia


SCHEDA DEL LIBRO

Il diritto di sognare

AUTORE: Sarah Pellizzari Rabolini
EDITORE: Mondadori
EDIZIONE: High Readability (dai 9 anni)
PAGINE: 176
PREZZO: €.9,90
ISBN: 978-8804730903

Il libro è anche su Amazon.it

n.d.r. un clic QUI per scoprire gli ultimi consigli per la lettura!

 
Condividi