Recensione di The Kelly Gang, il film di Justin Kurzel in home video dal 9 settembre 2021.

The Kelly Gang cover dvd

La cover della versione home video del film THE KELLY GANG.

SCHEDA DEL FILM

TITOLO ORIGINALE: True History of the Kelly Gang
REGIA: Justin Kurzel
CAST: George MacKay, Essie Davis, Nicholas Hoult, Thomasin McKenzie, Russell Crowe, Charlie Hunnam
DURATA: 124 min.
DATA DI USCITA HOME VIDEO: 9 settembre 2021
DISTRIBUZIONE: CG Entertainment


RECENSIONE

1870: durante la cruenta colonizzazione britannica dell’Australia, il giovane Ned Kelly (George MacKay) si lascia alle spalle famiglia e società per vivere da fuorilegge e riunire a sé una banda di criminali pronti a tutto pur di ribellarsi agli invasori.

Basato sul romanzo True History of the Kelly Gang di Peter Carey, che elabora in forma narrativa le memorie e le tracce storiche del bandito australiano Ned Kelly, The Kelly Gang di Justin Kurzel (Macbeth, Snowtown) arriva direttamente in dvd e bluray nelle edizioni CG Entertainment dopo aver mancato l’approdo al grande schermo.

Ed è un peccato, perché l’aspetto visivo e scenografico è senza dubbio l’aspetto più sofisticato ed impattante del film, biografia dall’infanzia alla fine prematura della parabola ribelle e dal grilletto facile di Ned Kelly e dei suoi compari, vera e propria resistenza armata (e quindi eroica agli occhi del popolo australiano) alle angherie e alla conquista inglese.

Kurzel è bravissimo ad intrappolare il suo film nelle brulle, sconfinate distese australiane ed in una spietata miseria che sembra ineluttabile biglietto di sola andata per la maturità cattiva e violenta del protagonista. Quest’ultima, che si sviluppa nella seconda ora di The Kelly Gang, rimane tuttavia il momento meno incisivo, pittoricamente suggestivo ma non altrettanto supportivo nel perorare l’ambigua causa e natura di eroe e fuorilegge, braveheart ed assassino di Ned.

Il meglio si annida al contrario nel “primo tempo”, la formazione all’eversione e l’incontro della famiglia Kelly con subdoli e machiavellici uomini in divisa (qui intervengono i bravi Chalie Hunnam e Nicholas Hoult) e brutali arrampicatori (Russell Crowe, il più divertente in scena).
Ed è sempre qui che Essie Davis, già madre logora in Babadook (2014), si prende la corona di personaggio più straziante e memorabile del film, quella capofamiglia Kelly che alterna orgoglio nativo e familiare a disumanità per sopravvivenza, artigli materni e disperazione egoista. L’ultima e suprema vittima del mondo selvaggio di The Kelly Gang e gioiello di caratterizzazione in un film intenso, esteticissimo, ma che progressivamente perde forza e messa a fuoco.

Luca Zanovello


TRAILER 

The Kelly Gang - Trailer

Condividi
  • 1
    Share
  • 1
    Share